Vigo

16237977_10210167708222527_1788488906_n

1) Costo della vita (appartamenti, trasporti, cibo, cellulare, alcol e divertimento)

“Il costo della vita è paragonabile a Napoli. Gli appartamenti non sono cari, in media con 250€ si riesce a trovare una stanza (utenze incluse). Per i trasporti consiglio il Pass Vigo, una carta ricaricabile che permette di ottenere uno sconto su ogni singola corsa.”

2) Descrizione della città e dello svolgimento della settimana tipo di uno studente Erasmus (qualità della vita)

“Il centro di Vigo è abbastanza piccolo, però molto carino. Dall’altra parte della città ci sono spiagge molto belle di cui si può approfittare quando è bel tempo. Durante la settimana ci sono i corsi che iniziano a partire dalle ore 9. La sera ci si ritrova in centro con gli altri ragazzi che sono lì per l’Erasmus. Ho apprezzato molto gli eventi Erasmus organizzati perché utili per conoscere gli altri.”

3) Possibilità di viaggiare

“C’è assolutamente la possibilità di spostarsi. Santiago ed Oporto sono facilmente raggiungibili in bus; da Vigo è molto economico raggiungere altre città con l’aereo ad esempio Madrid o Barcellona.”

4) Descrizione esperienza universitaria

“Sconsiglio vivamente l’esame di Novas tecnoloxias aplicada ao Derecho (esame equivalente a Logica ed Informatica Giuridica) perché molto impegnativo. Per il resto posso dire che Vigo non è la classica meta Erasmus dove non si fa niente. E’ necessario studiare se si vogliono ottenere buoni risultati. Per i corsi che ho seguito non ho avuto nessuna agevolazione; i programmi che, anche se non paragonabili ai nostri in quanto a mole di studio, ho affrontato sono stati esattamente gli stessi degli studenti spagnoli. E’ necessario seguire obbligatoriamente per ogni corso una classe pratica.”

5) Consigli utili

“Consiglio a tutti di fare almeno una volta l’Erasmus. L’idea di imparare una nuova lingua, conoscere tante persone, relazionarmi con un sistema universitario diverso dal nostro sono stati i motivi portanti della mia scelta. Prima di partire per l’Erasmus è normale avere timore però, una volta arrivati, tutte le paure svaniscono.”

6) Perché scegliere la città X e l’università

“Tra le varie mete proposte consiglio di scegliere le città che più vi incuriosiscono dato che dovrete stare lì per vari mesi.”