Valencia

1) Costo della vita (appartamenti, trasporti, cibo, cellulare, alcol e divertimenti)

Per quanto riguarda il costo degli appartamenti siamo nella norma, circa 250€ in media. Trasporti ci sono offerte su pacchetti di 10 corse sia di autobus che di metro. comprati singolarmente i biglietti costano molto di più. Cibo alcol e divertimenti totalmente uguale all’Italia. Ci sono posti più economici e posti più cari. Tutto dipende da quello che si cerca. Valencia offre una marea di opzioni a seconda dei vostri  interessi. Almeno 15 discoteche tra estive ed invernali dove potrete accedere anche gratis entro un certo orario (2:00/3:00). Le discoteche potrete raggiungerle in taxi e condividerlo vi costerà circa due euro a testa ed è il mezzo più sicuro ed efficiente per tornare in tranquillità anche quando farete le ore piccole. Ce ne sono davvero migliaia e vi basterà uscire dalla discoteca per trovarli lì. Il preserata si fa in casa con i botellón che potete organizzare o dove vi potete persino imbucare, ma se organizzate, occhio all’orario e al rumore perché a Valencia sono fiscali col casino, quindi evitate di prolungarvi fino a tardi. Fino a mezzanotte potete tranquillamente far festa, dopo potrebbe bussarvi alla porta la polizia (tranquilli, è una cosa che è successa a tutti), quindi ad un certo punto della serata spostatevi ad uno dei baretti low cost di Valencia (il Parabarap è il più famoso), dove potrete bere un chupito a 50 centesimi e un litro di cocktail a 5€. Ci sono molti posti in cui si c’é musica e baretti e locali che ospitano serate Erasmus.

2) Descrizione della città e dello svolgimento della settimana tipo di uno studente Erasmus (qualità della vita)

Valencia è la terza città più grande della Spagna (700mila abitanti nell’area urbana) ma è una città a grandezza uomo e a grandezza studente. Ha una qualità della vita davvero molto alta e ha tutto ciò che possiate desiderare da una città.

Il suo punto di forza è avere molte “anime” :

– Il Barrio del Carmen, l’antico centro storico dove si trovano i monumenti e chiese (Torres de Serranos, la Cattedrale di Plaza de la Virgen), musei e centri di cultura più antichi, ma anche graffiti e street art in ogni angolino e sale di musica;

– un moderno centro città con un corso pieno di negozi, ristoranti, cinema (calle Colón, Plaza de l’Ayuntamiento);

– Il vecchio letto del fiume Turia, che è stato riconvertito in Parco del Turia. Circa 15 km di verde, dove fare picnic, passeggiate e per gli appassionati jogging (Valencia è la città del running) e attività fisica all’aperto, con postazioni attrezzi e corpo libero;

– Il Barrio di Ruzafa, dove fare tapas anche in locali a tema, e prendere una birra, con i centinaia di ristorantini, bar e pub per tutti i gusti;

– Il simbolo di Valencia nel mondo: la Città delle Arti e delle scienze, un complesso architettonico imponente e futuristico raggiungibile facilmente con i mezzi pubblici.La struttura, di circa 350.000 metri quadrati, è divisa in 6 grandi sezioni:Palazzo delle Arti,Umbracle,Hemisfèric,Museo della Scienza,Oceanografic,Agorà

3) Possibilità di viaggiare

Valencia é a 3 ore di macchina da Barcellona e da Madrid che sono quindi facilmente raggiungibili. Le varie organizzazioni Erasmus organizzano numerosi viaggi low cost in tutta la Spagna ma non solo, anche Portogallo e Marocco.

4) Descrizione dell’esperienza universitaria

L’Università di Valencia é un’ottima Università. É grande e le sedi di Derecho e economia formano un campus unico raggiungibile facilmente da qualsiasi zona. Per ogni esame ci sono diversi gruppi che corrispondano alle nostre cattedre e quando arriverete potrete scegliere il gruppo che meglio corrisponde alle vostre esigenze anche da un punto di vista degli orari delle lezioni; per ogni classe non ci sono più di 30/40 studenti. É un sistema completamente diverso dal nostro nel quale é importantissimo seguire le varie lezioni soprattutto per avere 3 punti (evaluación continua) che poi sommati ai 7 dell’esame finale formano il voto definitivo. Avrete cose da fare praticamente ogni giorno, dal lunedì al sabato e tutte queste attività si conciliano perfettamente con lo studio. Bilanciando tutto sarete in grado di seguire i corsi, studiare nella biblioteca del campus che è grandissima è aperta dalle 8 alle 20 (24h)  durante le sessioni d’esame, e soprattutto ottenere buoni risultati, Professori gentili e comprensivi( L esame è uguale per tutti e non ti trattano meglio solo perché sei Erasmus, però se hai problemi di comprensione con la lingua o con l utilizzo del servizio online per caricare lavori  ti rispondono con il sorriso)
Potrete contare su almeno 2/3 associazioni davvero affidabili per viaggi lunghi e organizzati da loro a prezzi davvero vantaggiosi (anche in Portogallo e Marocco), escursioni, corsi e appuntamenti settimanali come beerpong, eurodinner, feste a tema. Sicuramente tra queste affidatevi subito ad ESN, che ha il suo ufficio direttamente all’interno del Campus universitario. Sono ragazzi meravigliosi e vi aiuteranno da subito a capire come funziona la città e come integrarvi già nelle prime settimane e conoscere altri ragazzi Erasmus, inoltre la maggior parte dei ragazzi conosce anche l’italiano così nei primi giorni non avrete nemmeno grosse difficoltà di lingua.

 

5) Perché, in generale, partire come studente Erasmus e perché, in particolare, scegliere Valencia

Perché andare in Erasmus? Perché è un’esperienza che vi cambia la vita, che vi apre la mente, che vi fa crescere, apprezzare le piccole cose, creare legami indissolubili. Avrete voglia di scoprire sempre di più, vedere sempre più, viaggiare sempre di più. Non abbiate paura della lingua, la imparerete in pochissimo tempo.
Perché andare a Valencia? Valencia è una città in cui potete fare 10 mesi di Erasmus senza stancarvi mai e in generale il periodo più bello è quello del secondo semestre, a parte per il clima che in generale è comunque bello tutto l’anno  ma anche e soprattutto perché c’è Las Fallas, La festa per eccellenza di Valencia e del popolo valenciano.
Come città ha tutto quello che serve, perché funziona bene, perché ha una storia, una cultura, delle tradizioni meravigliose, perché ha i tramonti più belli che abbia mai visto, perché troverete fino all’ultimo giorno un angolo meraviglioso che non avevate mai visto e ci lascerete per sempre un pezzo di cuore.

 

( Ringraziamo Miriana Marciano )

Author: Fortuna Orabona

Share This Post On

Rispondi