Teorie della giustizia

Teorie della giustizia

Prof. Pier Francesco Savona

Riferimentipierfrancesco.savona@unina.itwww.docenti.unina.it/pier francesco.savona.

Ricevimento: il lunedì e il martedì dalle 12:00 alle 16:30 a via Porta di Massa,  n.32; 8° piano, aula 11.

Orario delle lezioni: le lezioni si svolgono il martedì e il mercoledì dalle ore 12,30 alle ore 14,30, dal 14 marzo, presso via Porta di Massa 32, aula 32

Propedeuticità: non ne è richiesta nessuna, tuttavia è consigliabile aver sostenuto l’esame di Filosofia del Diritto, del primo anno.

Obiettivi formativi: approfondire, dal punto di vista teorico, i motivi che stanno alla base della giustificazione razionale del diritto stesso. Attraverso l’analisi delle varie teorie della giustizia, il corso si propone di formare l’aspetto critico della mente del giurista in modo da permettergli di sviluppare anche una saggezza pratica, utile in momenti storici che, come quello attuale, richiedono la ridiscussione di istanze e aspettative giuridiche, a partire dalle istituzioni già esistenti e in particolare quelle riguardanti la tutela dei diritti fondamentali.

Svolgimento del corso: il corso è improntato in modo da favorire il dialogo tra il docente e gli studenti. Mentre il martedì si affrontano prevalentemente le questioni filosofiche che riguardano, secondo un approccio generale, le teorie della della giustizia; il mercoledì ci si concentra sulle teorie costituzionalistiche contemporanee e su come queste siano collegate alle teorie della giustizia in generale.

Programma d’esame: il programma si compone di una parte “A” che analizza le teorie dei principali filosofi e teorici del diritto e della politica; e una parte pratica, in cui viene esaminato come le teorie elaborate dai filosofi del diritto vengono applicate al mondo giuridico concreto odierno.

Testi consigliati:

Per la parte “A”:  A. SEN, L’idea di giustizia, Mondadori, Oscar Saggi, Milano 2011, esclusi i cap. V, VI, VII, VIII, IX, X, XV, XVI e XVIII; oppure, in alternativa :  M. SANDEL, Giustizia. Il nostro bene comune, Feltrinelli, Un. Ec. Saggi, Milano 2012, esclusi i cap. 3, 4, 7; oppure, in alternativa :  C. DE PASCALE, Giustizia, il Mulino, Bologna 2010;   

Per la parte “B”:  L. FERRAJOLI, Iura paria. I fondamenti della democrazia costituzionale, Edit. Scientifica, Napoli 2015, esclusi il cap. III della Parte Prima e il cap. I della Parte Terza; oppure, in alternativa : P. L. SÁNCHEZ, F. SCAMARDELLA (a cura di), Gli argomenti del costituzionalismo. La tensione tra etica e diritto, Editoriale Scientifica, Napoli 2014;

Agevolazioni ai corsisti: oltre ad avere la possibilità di ottenere in ogni momento eventuali chiarimenti ed approfondimenti dal docente, i corsisti hanno accesso ad una certa personalizzazione dell’esame, potendo concordare con il docente un programma alternativo di studio e di lettura.

 

Author: Davide Politi

Share This Post On

Rispondi