SISTEMI FISCALI COMPARATI

PROF.: FABRIZIO AMATUCCI / ROBERTA ALFANO

RIFERIMENTI: e-mail:  robertaantoniettag.alfano@unina.it

RICEVIMENTO: Lunedì dalle ore 12:30 alle ore 14:00, via Porta di Massa 32, 9° piano.

PROPEDEUTICITÀ: nessuna

ORARIO DELLE LEZIONI: ancora da definire.

 

OBIETTIVI FORMATIVI: Sistemi Fiscali comparati è una costola del Diritto Finanziario. Il nostro lavoro consiste nel fare una comparazione tra sistemi similari (ad esempio,numerosi i raffronti con Spagna e Francia) su alcuni dei temi affrontati in Diritto Finanziario,guardando la prospettiva europea che ne sta alla base,il ruolo della Corte di Giustizia Europea nel trovare un sistema fiscale comune,analizzando i casi concreti.Per quanto riguarda il programma,all’inizio del corso verranno ripresi i principi del Diritto Finanziario (Cap I-IV del testo di Amatucci) per poi affrontare i saggi,materiale integrativo scaricabile dalla pagina Docenti Unina.Uno dei punti di forza del nostro lavoro risiede nella collaborazione tra le varie cattedre di Diritto Finanziario e dei complementari di settore,cosa che rende pressocchè equivalenti anche i programmi adottati senza creare disparità.

 

SVOLGIMENTO DEL CORSO: Sarà possibile concordare la stesura di tesini o di organizzare iniziative e percorsi alternativi. Lo scopo è quello di creare un corso interattivo in cui sia viva la collaborazione tra docente e studente. La prova d’esame è costruita lezione dopo lezione. L’impegno viene ampliamente ricompensato.

 

PROGRAMMA DI ESAME:

  • Per i corsisti: Possibilità di concordare con gli studenti un programma personalizzato.

 

POST LAUREAM: Sistemi Fiscali Comparati e l’ambito del Diritto Finanziario in generale hanno grandi potenzialità e offrono varie valide alternative per il futuro lavorativo.La prima figura di prestigio a cui possiamo pensare è quella dell’avvocato tributarista:grandi possibilità di guadagno e di sfide professionali interessanti;ci sono prospettive legate all’impresa: basti pensare a come le agevolazioni fiscali condizionino le scelte aziendali;i concorsi pubblici,come quello per l’Agenzia delle Entrate o Guardia di finanza (polizia tributaria).Non è infine da escludere l’aspetto internazionalistico,del quale sono esponente.

 

Author: Francesca Bellisario

Share This Post On

Rispondi