Radio F2 viene messa a tacere

Lo scorso luglio sono state pubblicate le tabelle di valutazione dell’ANVUR (agenzia nazionale del sistema di valutazione universitario e della ricerca) ed il nostro ateneo Federico II ne è uscito umiliato ottenendo il 28esimo posto tra le 32 grandi università valutate e vedendo davanti a sé, rispettivamente al 18esimo e 19esimo posto, la Seconda Università di Napoli e l’ateneo di Salerno. Il deludente risultato non si limita a colpire la reputazione della storica università, ma affonda il suo coltello – o meglio le sue forbici – nelle casse dell’ateneo. I fondi destinati agli atenei italiani dal ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca saranno ripartiti “Grazie alla valutazione dell’Anvur”,spiega il ministro Maria Chiara Carrozza – ed ecco che la Federico II viene punita per i suoi scarsi risultati con un taglio di 4/5 milioni per il prossimo finanziamento.

La prima ad essere colpita è Radio F2: una radio in attività da ormai 7 anni che non solo si è distinta per essere stata la prima radio di ateneo, fonte di intrattenimento ed informazione, ma anche per aver offerto agli studenti l’opportunità di affacciarsi al mondo del lavoro, e perché no, di entrarvi.

La responsabile del progetto, Enrica Amaturo, non si arrende e confida nel rettore Marrelli affinchè riesca a recuperare i soldi dal dal bilancio (70 mila euro all’anno). Nel frattempo circa 70, tra quelli che hanno superato la selezione negli scorsi mesi e quelli impegnati negli studi e davanti ai microfoni, resteranno in panciolle.

Si risparmia, si cerca di far fronte alle difficoltà del nuovo anno accademico, ma lo si fa sulle spalle dei ragazzi. Chiudere qualcosa che funzionava, qualcosa pensato per i giovani, non è esattamente il taglio che ci si aspettava.

 

Gheula Barricelli

Author: StudentiGiurisprudenza.it

STUDENTIGIURISPRUDENZA.IT L'Associazione degli Studenti di Giurisprudenza della Federico II Napoli

Share This Post On

Rispondi