Post laurea: Guardia di Finanza

Il Corpo della Guardia di Finanza è una delle cinque forze di polizia italiane che dipende direttamente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’attività di polizia che questo corpo svolge può essere schematizzata nei seguenti campi d’intervento :

  1. Reati contro la pubblica amministrazione italiana ;
  2. Frodi ai danni di organismi dell’Unione Europea ;
  3. Contraffazione di marchi ;
  4. Falsificazione di valuta ;
  5. Contrabbando ;
  6. Traffico di stupefacenti ;
  7. Immigrazione clandestina ;
  8. Gioco d’azzardo ;
  9. Frodi telematiche ;
  10. Usura ;
  11. Abusivismo edilizio ;
  12. Contrasto alla criminalità organizzata ;

Il reclutamento di personale nel Corpo della Guardia di Finanza avviene necessariamente previo superamento di pubblici concorsi, pubblicati periodicamente, per le tre categorie ossia : ufficiali, ispettori e finanzieri. Ogni categoria ha un apposito concorso. Dopo aver superato il concorso di ammissione bisogna frequentare un corso  presso L’Accademia della Guardia di Finanza, a Bergamo o a Roma della durata di tre anni. L’accademia permette a tutti gli interessati di ottenere una laurea specialistica in “Scienze della Sicurezza economico-finanziaria” e il percorso di formazione prevede uno stipendio mensile di 900 euro per i primi due anni e di 1,600,00 euro circa dal terzo anno, con incrementi in base al grado.

I concorsi vengono svolti tutti gli anni e si distingue tra quelli pubblici, per l’ingresso in Accademia,  e quelli cd. interni i quali consentono gli avanzamenti di carriera all’ interno del  Corpo.  In più ve ne sono due diversi in base agli obiettivi di ogni interessato :

-Concorso di accesso all’ Accademia della Guardia di Finanza – ruolo normale.

-Concorso di accesso all’Accademia della Guardia di Finanza- ruolo aereonavale.

I requisiti richiesti ai candidati sono i seguenti :

  • Essere arruolati nelle Forze Armate e se sono già in servizio devono aver conseguito almeno sei mesi di anzianità di lavoro.
  • Devono godere di diritti civili e politici.
  • Avere un’età compresa tra i 17 e i 26 anni per il reclutamento di Allievi Ispettori; si richiede un’età non superiore ai 32 anni  per  la categoria di Ufficiali del ruolo tecnico-logistico-amministrativo; infine per l’ammissione di Allievi ufficiali del ruolo “normale” o “aereonavale” è necessario avere un’età compresa tra i 17 e i 22 anni . Il limite massimo di età viene poi elevato di un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato fino alla scadenza del termine per la presentazione delle domande.
  • Devono possedere il diploma di istruzione secondaria di primo grado per l’ammissione di Allievi Ufficiali del ruolo “normale” o “aereonavale” e per il reclutamento di Allievi Ispettori, mentre per la categoria Ufficiale del ruolo tecnico-logistico-amministrativo si richiede il possesso del diploma di laurea, laurea specialistica-magistrale o titolo equipollente. Infine per gli Allievi Finanzieri è necessario il diploma di istruzione secondaria di primo grado, ferma restando la necessità di aver prestato servizio nelle Forze Armate.
  • Altezza non inferiore a cm. 165 per gli uomini e cm.161 per le donne. Circa la possibilità di partecipare al concorso pur avendo delle imperfezioni fisiche  all’interno delle “ Norme generali per l’accertamento dell’idoneità al servizio nella Guardia di Finanza” sono elencate quelle imperfezioni che sono causa di esclusione dai concorsi.
  • Non essere stati imputati o condannati per delitti non colposi né sottoposti a misure di prevenzione.

Il concorso si svolge poi in 4 fasi.

  • Prova preliminare. Consiste in una prova scritta dalla durata di 60 min , in cui bisogna rispondere a 100 quesiti a risposta multipla di carattere culturale. Si tratta di domande su diritto, geografia, aritmetica, geografia, storia o grammatica. L’art 13, comma 3 del D.P.R 487 del 1994 stabilisce che è possibile consultare solo i testi di legge non commentati ed autorizzati dalla commissione ed i dizionari sempre se ciò è previsto dal bando di concorso.
  • Prova fisica. Le prove fisiche consistono nell’esecuzione di diversi esercizi obbligatori tra cui il salto in alto, il salto in lungo, il getto del peso e la corsa di 1000 metri.
  • Prova attitudinale. Per valutare l’idoneità attitudinale e di carattere i concorrenti devono superare una prova consistente nella realizzazione di test grafici, test di personalità ed è necessario inoltre realizzare un colloquio  di selezione.
  • Prova sanitaria. Presso le strutture sanitarie della Forza Armata bisogna poi sottoporsi ad una visita medica generale.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata esclusivamente rispettando la procedura informatica che è disponibile sul sito della Guardia di Finanza (http://www.gdf.gov.it/) visitando l’area “ Concorsi on-line “. Questa deve essere presentata entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Roberta Capobianco

Author: Roberta Capobianco

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il Criminologo: iter formativo e occupazioni | StudentiGiurisprudenza.it - […] Guardia di Finanza […]

Rispondi