Paese che vai,legge che trovi: le leggi più assurde in America

“Paese che vai, legge che trovi”: se è vero che le leggi sono delle convenzioni che rispecchiano lo spirito dei tempi e la comunità nella quale vengono create ed applicate, a volte, agli occhi di chi non appartiene alla comunità stessa, possono apparire insolite, curiose, bizzarre. Si tratta spesso di leggi obsolete,che oggi si trovano totalmente fuori dal contesto sociale e storico in cui vennero scritte.

Negli Stati Uniti d’America, paese dalle mille contraddizioni, ad esempio, ve ne sono alcune totalmente anacronistiche risalenti a periodi ormai passati, prive di significato ai giorni nostri ma effettivamente mai abrogate.

Analizziamone alcune.

Florida -Se siete donne giovani, libere e nubili ed amate, nel tempo libero, dedicarvi al paracadutismo, fate attenzione se siete in Florida: le donne non sposate che fanno paracadutismo di domenica possono venire arrestate.

Alabama-In una delle roccaforti repubblicane per eccellenza, non si può entrare in Chiesa con un paio di baffi finti. La giustificazione? Possono creare ilarità.

Non ci vanno per il sottile in Arizona: chi taglia un cactus rischia ben venticinque anni di carcere. Il cactus in questione è il Saguaro. La legge si è resa necessaria perché sembra che alcune persone in Arizona – ma non solo – provassero una sorta di piacere nel tagliuzzare o abbattere questi cactus (che, tra l’altro, possono raggiungere anche i trecento anni di età).

Altre leggi assurde degli Stati Uniti sono legate ad un passato più rurale, e compaiono animali in situazioni divertenti e grottesche: mentre in South Carolina è illegale tenere un cavallo nella vasca da bagno, in Arizona sono gli asini a non potervi entrare. In Montana, invece, rischia 50.000$ di multa e fino a cinque anni di carcere chi dovesse portare una pecora sui binari allo scopo di danneggiare il treno. Quello che stupisce davvero sono gli elefanti, presenti nelle leggi del North Carolina, dove non possono essere usati per arare i campi di cotone.

E tra le leggi più incredibili non mancano quelle che hanno a che fare con le bevande alcoliche.

In Ohio ,puoi rischiare la reclusione per “istigazione allo stato di ebbrezza” se, per caso, ti venisse in mente di offrire un bicchiere di vino o una birra ad un alce o a dei pesci. Del resto questa pratica è piuttosto comune. Chi non ha mai condiviso un buon Chianti italiano con questi animali?

Nello stato federato dello Utah, è vietato mostrare come si preparano i cocktail. Questa legge, in vigore sino al 2017, ha suscitato non poco clamore nella patria del bartending. Nello Utah ogni locale con licenza di somministrare alcolici doveva ingegnarsi per separare, o tenere lontano dagli occhi dei clienti, la zona di preparazione.

Queste sono solo alcune delle paradossali norme in vigore negli Stati Uniti. Che piaccia o meno, sono leggi che si inseriscono nel tessuto legislativo di un paese e, anche se difficile da accettare, vanno rispettate: “dura lex, sed lex” insegnavano i latini. Sì, proprio negli Usa, la patria delle libertà, dove a tutti è consentito sognare in grande: tutto questo porta spesso a fare le cose più stravaganti e improbabili e i legislatori talvolta non sono da meno emanando leggi e ponendo divieti. Tuttavia, a volte, potrebbe essere vietato ciò che sembrerebbe impensabile…

 

-Stefano Imparato

Author: Caterina Bracciano

Share This Post On

Rispondi