Madrid

14991063_10211120062708003_3049630284955917461_o

1) Costo della vita (appartamenti, trasporti, cibo, cellulare, alcol e divertimenti)
Per quanto riguarda il costo della vita ed in particolare quello degli appartamenti é senza ombra di dubbio alto.
Il prezzo medio di una camera in un appartamento condiviso, in una posizione discreta é 500€ al mese.
Per i trasporti invece, c’è l’abbonamento mensile che costa 20€, e ti permette di prendere tutti i pullman e metro.
Il prezzo del cibo leggermente più alto di quello dell’Italia.
Divertimento: dipende! Anche se in generale ci sono tantissime serate Erasmus dove l’ingresso è gratuito.. ed in zona centro tantissimi bar che fanno cicchetti e cerveza a prezzi stracciati.

2) Descrizione della città e dello svolgimento della settimana tipo di uno studente Erasmus (qualità della vita)
Beh descrivere Madrid non è facile. É una città immensa.. ti innamori ogni giorno. É tanto grande, ma è collegata talmente bene (ci sono ben 12 linee della metro) che la grandezza non rappresenta un problema, anzi.
Inoltre C’è tutto.. puoi fare qualsiasi cosa tu abbia voglia di fare. Dai musei (imperdibili il Prado, il Reina Sofía, il Thyssen), ai parchi, alle terrazze (che sono caratteristiche di Madrid).
Per non parlare delle discoteche.. ce ne sono tantissime, alcune perfino a 5/6 piano (come il Kapital).
Per quanto riguarda la settimana tipica Erasmus, si va a ballare praticamente dal lunedì alla domenica, visto che ci sono serate tutti i giorni e La mattina o il pomeriggio (di solito puoi scegliere, visto che ci sono più orari per lo stesso corso) si va all’Università.

3) Possibilità di viaggiare
Tantissime! Madrid é praticamente al centro della penisola iberica, di conseguenza ben collegata con tutta la Spagna. Io personalmente sono andata a Barcellona, Siviglia,Córdoba, Granada, Bilbao, San Sebastián, Porto e Lisbona.
Ci sono molte associazioni erasmus che organizzano viaggi a prezzi più che convenienti praticamente  tutti i weekend.

4) Descrizione dell’esperienza universitaria
Per quanto riguarda l’esperienza universitaria, io stavo alla Complutense.
Che dire.. va ben oltre ogni aspettativa. Ha una propria fermata della metto (Ciudad universitaria) ed un campus che è praticamente immenso. Per spostarsi da una facoltà all’altra possono volerci anche 40 minuti a piedi.
Per qualsiasi problema, c’è l’ufficio Erasmus.. che davvero ti aiuta per tutto.
L’organizzazione dei corsi é impeccabile, ci sono 2/3 orari per corso, distribuiti tra mattina e pomeriggio, di
conseguenza anche se segui corsi di anni diversi é praticamente impossibile che si accavallino.

5) Consigli utili
Appena arrivate prendere l’appuntamento per fare l’abbonamento.. hanno tantissime richieste e possono farti aspettare anche 3 settimane. Inoltre iscrivetevi subito ad ESN, che é l’associazione erasmus a mio parere migliore. Organizza tantissimi eventi, praticamente tutti i giorni e vi permetterà di fare amicizie molto più velocemente.

6) Perché, in generale, partire come studente erasmus e perché, in particolare, scegliere Madrid
Perché partite.. rispondere a questa domanda non è facile.. partire perché è un’esperienza che ti cambia la vita.. tutti dicono così, ma se non la vivi é difficile capire quanto sia vero e profondo.
5 mesi in una città straniera, dove si parla un’altra lingua, c’è un altro metodo di studi e tu non conosci nessuno. Questo significa abbattere tutti i tuoi limiti, i tuoi muri interiori, capire cosa vuol dire davvero adattarsi, conoscere te stesso al cento per cento. Conoscerai nuove persone.. da tutte le parti del mondo, e ti renderai conto, a fine esperienza, che ormai quelle persone sono diventate parte di te.
Certo all’inizio non mancheranno paura e difficoltà.. soprattutto i primi giorni.. ma poi ti rendi conto di quanto ne è valsa la pena.
Perché Madrid? Beh Vivere a Madrid é come vivere in un sogno ad occhi aperti.  É la capitale della Spagna, una città multiculturale, che ti offre davvero di tutto.  Tra l’altro ha università molto prestigiose e rinomate sia in Europa che fuori, quindi al di lá  del divertimento ti permette di fare un’esperienza con la E maiuscola anche sotto il punto di vista accademico.

 

 

(Ringraziamo Samantha Settembre)