La disciplina degli appalti tra regole e mercato il D.P.R. 2072010

Dopo oltre quattro anni dal varo del Codice degli Appalti Pubblici, la disciplina di settore dovrebbe aver trovato la propria compiutezza con l’emanazione del Regolamento attuativo del Codice (DPR 207/2010).
Se le difficoltà degli operatori di coniugare la normativa codicistica con quella regolamentare vigente fino al giugno 2011 appaiono superate, all’orizzonte sono già molte le questioni che si aprono e che impegneranno tutti coloro che, nelle rispettive vesti istituzionali e professionali, dovranno cimentarsi con il nuovo ordito normativo.
Alla luce di tali osservazioni, si è voluto pensare ad un Convegno nel quale affrontare, in modo problematico ma anche pragmatico pragmatico, alcune delle tematiche di maggiore interesse del settore degli appalti e che hanno visto un intervento deciso ed innovativo da parte del legislatore regolamentare.
In primo luogo, l’AVCP vede accrescere il suo ruolo di vigilanza e controllo del mercato degli appalti, sia attraverso nuovi obblighi di informazioni gravanti sulle stazioni appaltanti e sulle SOA, sia con l’introduzione di poteri sanzionatori molto più ampi rispetto al passato. In particolare, nella società dell’informazione e dell’informatica, i flussi di informazioni che dovranno essere gestiti dall’Autorità garantiranno un migliore controllo sul corretto operare degli operatori di mercato, vista la maggiore trasparenza delle gare e dell’esecuzione dei contratti.
Decisamente innovato, poi, risulta essere il sistema di qualificazione SOA, con l’introduzione di nuovi presupposti per l’esercizio dell’attività da parte delle SOA (capitale azionario, compagine societaria, requisiti morali dei soci, del CDA e dei dipendenti), nonché con modifiche relative al rilascio di attestazione e alle stesse categorie e classifiche delle attestazioni.
Infine, il già complesso sistema delle garanzie delineato nel Codice si è arricchito di una disciplina particolareggiata, con l’introduzione della “garanzia globale di esecuzione”, istituto innovativo di sicuro impatto economico su cui non mancheranno contrasti dottrinali e giurisprudenziali.

Author: StudentiGiurisprudenza.it

STUDENTIGIURISPRUDENZA.IT L'Associazione degli Studenti di Giurisprudenza della Federico II Napoli

Share This Post On

Rispondi