Idee e proposte per l’Europa del fututo

Il 15 marzo 2019 si è tenuto presso il Tiempo business center, un importante convegno sul diritto dell’Unione Europea indetto dall’associazione liberale ed europeista “Movimento culturale ideelibere” che promuove il rilancio culturale e sociale della comunità italiana ed europea coinvolgendo in maniera critica la società civile e permettendo un valido confronto tra opinioni diverse, attraverso occasioni di studio e di approfondimento. A capo dell’associazione c’è il Presidente Nazionale, Salvatore Salzano ,appassionato ed esperto europeista.

“Non un semplice convegno fine a se stesso ma, l’inizio di un percorso di studi, di approfondimento e di confronto” dice lo stesso Salzano. Il confronto arricchisce una posizione alimentandola con il contenuto dell’altra. L’organizzazione pone le sue radici a Napoli, ma saranno previsti diversi incontri, anche a Roma con l’unico obiettivo di realizzare nel 2020 un grande campo studio capace di radunare tutti i giovani d’Europa, permettendo loro di esprimersi sulle tematiche più importanti.

Salvatore Salzano usa un’espressione forte: “essere europeisti oggi, forse più di ieri, è un atto d’amore.” Numerosi gli ospiti di prestigio presenti al convegno tra i quali: il dott. Catello Maresca, sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli che sostiene: “studio, approfondimento e confronto hanno una base fatta di riflessione; spesso corriamo senza studiare e approfondire correttamente. Noi dedichiamo poco tempo alle problematiche che ci circondano.” Presente anche l’avvocato e professore all’università di Salerno, Lorenzo Ioele, che ha introdotto un argomento relativo al contratto collettivo pirata.

Molti aspetti sono stati analizzati in relazione al meccanismo interno dell’Unione Europea come il mercato unico e si è parlato dell’Unione come una grande comunità di diritti presenti nel pianeta. Salzano chiarisce: “Non tutti gli stati bandiscono la pena di morte come avviene nell’ Unione Europea in quanto non si ritiene pertinente ad un sistema punitivo ispirato ai valori di giustizia”.

Il dott. Vittorio Ciotola, Presidente gruppo Giovani Imprenditori Unione Industriali di Napoli ,ha delineato la difficile situazione del mezzogiorno nei confronti dell’Europa. Ciotola sostiene: “La crescita del mezzogiorno potrebbe essere il locomotore dello sviluppo della Comunità Europea. Il mezzogiorno ha da recuperare in termini infrastrutturali, delineando la necessità di investire sul territorio.”

Il convegno si è concluso con la presentazione del corso di perfezionamento: ”diritto dell’Unione Europea: la tutela dei diritti ” presso la facoltà di giurisprudenza Federico II introdotto dalla preparata e competente dott. Flavia Rolando. Molti i ragazzi presenti al convegno e l’associazione “StudentiGiurisprudenza.it”.

 

-Sara Di Mattia

Author: Sara Di Mattia

Share This Post On

Rispondi