ELEZIONI UNIVERSITARIE 2016: I NOSTRI OBIETTIVI

I NOSTRI OBIETTIVI

Il 18 e 19 maggio si voterà per eleggere i rappresentanti degli studenti (per il biennio 2016-2018) in seno a fondamentali organi dell’Università Federico II di Napoli: Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, Consigli di Dipartimento, Consiglio degli Studenti di Ateneo, Consigli di Scuola. Contestualmente, si voterà anche per il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari.

Noi ci siamo:

StudentiGiurisprudenza.it (gruppo nazionale Confederazione degli Studenti)

#laTUAvoce per #incidere

 

IMG_9461

FullSizeRenderFullSizeRender (1)

Non vi promettiamo miracoli, ma il nostro massimo impegno sì. Come ci muoveremo? In questa democrazia feudale che è l’università, i nostri candidati al Consiglio di Dipartimento e di Scuola agiranno localmente sui professori che pesano, come su quelli giovani e volonterosi. Dal Consiglio degli Studenti di Ateneo formuleremo poi chiaramente le priorità politiche degli studenti, che faremo valere in CdA. Mentre dal Senato accademico il nostro Francesco Cannone lavorerà per ottenere effettività dei diritti basilari e moltiplicazione dei servizi. Saremo infine pronti e presenti anche rispetto alle tematiche nazionali, entrando nel Cnsu.

DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCUOLA DELLE SCIENZE UMANE E SOCIALI

Strutture individuazione nella Scuola di uno spazio da tenere aperto h24 o almeno fino alle 24; a Giurisprudenza rivalutazione e manutenzione degli spazi esistenti, in particolare dell’aula Polifunzionale e delle aule studio, prolungamento dell’orario di apertura dell’aula informatica , servizi toilette!

Didattica ottimizzare gli strumenti esistenti quali il laboratorio di banche dati giuridiche e il laboratorio di scrittura di atti giuridici (e pressione per l’inserimento di affini moduli d’insegnamento all’interno dei singoli corsi stessi) ; spingere i docenti ad utilizzare le nuove tecnologie e metodologie (blended learning, flipped classrooms, moocs) e a promuovere approcci anche pratici allo studio del diritto (soprattutto con study visits e moot courts), anche mediante la creazione sul sito web del Dipartimento di una sezione ’opportunità per gli studenti’, che includa una sottosezione dedicata alle ’simulazioni processuali’; riteniamo opportuno che Scienza delle finanze diventi un esame a scelta.

Percorsi specializzanti vogliamo che si possano selezionare gli esami a scelta non solo singolarmente, ma anche ’a gruppi organizzati’, in modo da intraprendere un percorso specializzante che sia riconosciuto dall’università (può essere utilizzato lo strumento del diploma supplement).

Regolamento didattico abbiamo bloccato l’introduzione della media ponderata per i vecchi iscritti, ma ci opporremo alla sua entrata in vigore anche rispetto ai nuovi iscritti se prima non si riassegnano i CFU con ragionevolezza e non si allineano i programmi di esame delle diverse cattedre; chiediamo la previsione del divieto di ’bocciatura a camicia’ e di una sessione di laurea ad aprile, oltre che di una ulteriore sessione di esami per i laureandi tra aprile e maggio; riteniamo che la toga in sede di esame di laurea debba essere indossata a prescindere dall’aula nella quale si svolge l’esame, per dare un minimo di dignità a un esame che per la sua scarsa durata già non ne ha; date d’esame: stabilire una data congrua per il primo e una per il secondo semestre entro la quale il Dipartimento si impegna a pubblicarle, anche in assenza di alcune per negligenza dei relativi insegnanti.

Valutazione dei docenti pubblicazione online dei risultati della valutazione dei docenti.

Sicurezza chiediamo telecamere funzionanti.

Sspl a fronte di un costo elevato ed uguale per tutti a prescindere dal reddito, chiediamo l’introduzione di borse di studio per i meritevoli.

CONSIGLIO DEGLI STUDENTI DI ATENEO  SENATO ACCADEMICO , CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Tasse  chiediamo di poter pagare le tasse anche in tre rate e, in generale, vogliamo contribuire alla definizione di un sistema di tassazione più equo.

Merito  premiare gli studenti di giurisprudenza con la media del 29 con 200 € di sconto sulle tasse universitarie, lasciando invariate le agevolazioni previste per gli studenti definiti ’meritevoli’ e ’particolarmente meritevoli’.

Effettività dei diritti basilari noi studenti siamo la parte più debole della comunità accademica e infatti in troppe situazioni ci ritroviamo privati di rispetto e dignità e tutele: serve una ’Carta dei diritti degli studenti’, da approvare mediante regolamento d’ateneo, in modo che abbia valore giuridicamente vincolante, e serve che contenga anche la previsione di sanzioni efficaci. Tra i diritti da rendere effettivi: diritto a una didattica qualificata e svolta con puntualità dal titolare dell’insegnamento; diritto a portare a compimento il lavoro per la prova finale in tempi proporzionati al numero di CFU; tempi certi e ragionevoli entro i quali i docenti e i loro Dipartimenti sono tenuti a comunicare agli studenti le date d’esame; obbligo per i docenti di utilizzare web docenti per le comunicazioni; obbligo per i docenti di pubblicare le divisioni in matricole entro 5 giorni dalla data dell’esame; introduzione di un limite massimo di esaminandi per esaminanti al giorno; diritto ad essere ricevuti dai docenti presso l’ateneo almeno un giorno la settimana per una durata non inferiore a due ore, diritto ad essere avvisati in caso di eccezionale impossibilità del docente, diritto a prendere appuntamento con i docenti per essere ricevuti in orari diversi in caso di necessità dello studente; diritto per ogni studente ad un numero minimo di 7 appelli e ad un ulteriore appello straordinario per gli studenti fuori corso; diritto degli studenti di poter sostenere tutti gli esami in ogni sessione e in tutti gli appelli, tali appelli devono essere posti ad intervalli di almeno due settimane e le date degli appelli d’esame relativi a corsi appartenenti allo stesso semestre e allo stesso anno di corso non possono sovrapporsi; diritto, prima dell’inizio del corso, di avere tutte le informazioni relative alla prova d’esame e al materiale didattico, l’accesso a tale materiale, attraverso la biblioteca, centro servizi e/o siti internet deve essere garantito e gratuito, in ogni caso la preparazione ed il sostenimento dell’esame non possono essere legati alla verifica dell’utilizzo, da parte dello studente, di uno specifico libro di testo, la prova d’esame deve vertere sul programma del corso; diritto a sostenere, su richiesta, la prova d’esame con il titolare dell’insegnamento, e in ogni caso in un tempo congruo ad una valutazione non casuale; nel caso in cui lo studente non condivida la valutazione della commissione esaminatrice ha diritto di ritirarsi, senza che sia trascritto negli atti relativi alla propria carriera; diritto per gli studenti di valutare in maniera anonima i corsi frequentati, e diritto a che ne sia garantita dal Nucleo di Valutazione la pubblicità dei risultati in forma disaggregata per ciascun insegnamento.

Moltiplicazione dei servizi occorre un forte investimento sul Centro Linguistico di Ateneo affinché possa offrire un numero adeguato di corsi; occorre l’istituzione di una struttura che si occupi in maniera efficace di Job Guidance (con l’obiettivo di supportarci nella transizione al mondo del lavoro e nelle nostre scelte professionali, intervenendo per orientarci, formarci, presentarci opportunità di stage e lavoro); occorre investire sull’internazionalizzazione dei nostri studi, anche aumentando il valore delle borse di studio; occorre continuare a sviluppare l’offerta didattica online, sforzandosi di integrarla con quella frontale tradizionale.

 

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

C’é bisogno di una nuova riforma dell’università, intesa come istituzione cardine per il progresso della scienza e della società, che abbia al suo centro i concetti di autonomia, accountability e differenziazione (ogni struttura non deve fare le stesse cose delle altre, ma deve seguire la sua vocazione), allo scopo non di ridimensionare il sistema ma di stimolarne le eccellenze e di elevarne il livello medio. Ciò va organizzato in un sistema governato a distanza secondo un chiaro e coerente disegno politico. Particolare attenzione naturalmente dedicheremo e vogliamo che sia dedicata ai più giovani membri della comunità accademica: agli studenti devono essere garantiti percorsi efficaci e i diritti negati.

Diritto allo studio  è necessario risolvere il caos ISEE subìto quest’anno dagli studenti e, in generale, rifinanziare e riformare il sistema, perché gli importi delle borse di studio sono insufficienti, troppi pochi sono gli studenti beneficiari e intollerabile è la presenza di studenti “idonei, ma non beneficiari”, come intollerabile è la forte sperequazione tra regioni nella capacità di erogare la borsa. Servono inoltre “borse di mobilità” a favore degli studenti meritevoli che intendano frequentare corsi di laurea presso università che hanno sede in regioni diverse da quella di residenza.

Riforma dei percorsi di laurea e post laurea bisogna tendere verso percorsi di non sola teoria, più moderni, internazionalizzati, personalizzabili, specializzanti, che dedichino attenzione anche alle competenze e non solo alle conoscenze, che avvicinino al mondo del lavoro e in tempi brevi. Inoltre per Giurisprudenza continueremo a batterci affinché si possa cominciare la pratica forense già da sei mesi prima della laurea e ci esprimeremo contro la duplicazione dell’esame di Stato che il Ministero della Giustizia e il CNF stanno costruendo sotto il nome di “verifiche intermedie e verifica finale” dei corsi di formazione obbligatoria.

Il 18 e 19 maggio vota così –>

 

IMG_9464

 

 

Al Cons. di Dipartimento – lista “StudentiGiurisprudenza.it – scambio info”:

scegli tra Laura Contaldi, Renato De Spirito, Fortuna Orabona, Laura Petra, Roberta Capobianco, Caterina Carpentieri, Eliana Sacchetti, Dhalila Iovino, Stefano Capizzi, Maria Vittoria Di Palo, Francesca Spina, Lucio Toscano, Pietro Pipia, Massimo De Giovanni, Dario Di Stasio.

 

Al Cons. di Scuola – lista Confederazione degli Studenti:

Alessandro Di Martino

 

Al Cons. degli Studenti di Ateneo – lista Confederazione degli Studenti:

scegli tra Vincenzo De Liso, Antonio Di Stazio, Vincenzo Romano

 

Al Senato accademico – lista Confederazione degli Studenti:

Francesco Cannone

 

Al Cons. di Amministrazione – lista Confederazione degli Studenti:

Peppe De Falco

 

Al Cons. Nazionale degli Studenti Universitari – lista Confederazione degli Studenti:

Luca Scognamiglio

Author: Francesco Cannone

Share This Post On

Rispondi