Duesseldorf

16344444_1068841683245148_437133970_n1)Costo della vita (appartamenti, trasporti, cibo, cellulare, alcol e divertimenti)
Il costo della vita a Duesseldorf non è affatto alto come si possa pensare prima di partire. Sicuramente gli affitti sono più alti di altre mete in Europa, ma gli studenti sono molto tutelati.
Per quanto riguarda l’ alloggio, si può fare richiesta per un alloggio in studentato ( se tempestiva, viene sempre accolta) ; il prezzo di un monolocale, stanza singola in appartamento a due o tre persone è di 310/ 290/ 270 €.
Al pagamento delle tasse universitarie (circa 250 € a semestre) viene consegnata una carta dello studente (Studentenausweis) che consente di viaggiare gratis in tutta la regione su treni regionali e metropolitani.
La Germania è la patria dei discount, quindi anche la spesa non sarà affatto un problema: con la carta dello studente si può mangiare a prezzi molto vantaggiosi alle varie mense e caffetterie del campus.
Le tariffe per gli smarthphone non sono vantaggiose come in Italia, specialmente per i dati a pacchetto, ma comunque si riescono a trovare tariffe per 10 € al mese.
Considerato che i mezzi di trasporto sono gratuiti per gli studenti e che la birra costa meno che in Italia ( oltre ad essere eccellente) anche per le uscite serali non si spenderà poi così tanto!

2)Descrizione della città e dello svolgimento della settimana tipo di uno studente erasmus (qualità della vita)
La città è molto bella e collegata benissimo. Oltre ai mezzi di trasporto efficienti, ci si può muovere in bicicletta, essendo l ‘ intera città coperta dalla pista ciclabile.
Il centro storico ( Altstadt) è famoso per i suoi numerosissimi pub ( oltre 200). Anche il lungo Reno è sempre affollato.
La settimana tipo di uno studente dipende dal tipo di studente: il campus della Heinrich Heine Universitaet è così grande e completo che si potrebbe pensare di vivere la propria esperienza erasmus al suo interno!
Durante la settimana a partire dal mercoledì al sabato sera ci sono sempre feste nelle varie residenze degli studentati (ve ne sono diversi, in varia zone della città , tutti comunque vicini al campus) o in pub.
Il campus inoltre offre la possibilità di praticare numerosi sport, a tutte le ore e tutti i giorni.
Credo che la qualità della vita di uno studente a Duesseldorf sia molto più alta di noi studenti napoletani,infatti si ha la possibilità di conciliare studio, attività sportiva e divertimento senza dover sacrificare nulla.

3)Possibilità di viaggiare
Lo Studentenausweis permette di viaggiare gratis all’ interno della regione. In quaranta minuti si raggiunge Colonia, in poco più di un’ ora Bonn.
La posizione della città è strategica, in un’ ora e mezza di bus si arriva ad Amsterdam (10 euro a/r).

4)Descrizione dell’esperienza universitaria
Se non si ha una conoscenza medio alta del tedesco, gli studenti di giurisprudenza avranno inevitabilmente problemi. Lo studio è molto simile a quello italiano ( con l’ assenza della dottrina e della giurisprudenza).
Ciò che cambia è l’ impostazione dei corsi. I prof caricano le slides della lezione successiva sulla loro pagina personale e il giorno della lezione gli studenti pongono domande sulle loro pre-letture degli argomenti.
5)Consigli utili
Il mio consiglio è quello di partire con una buona base di tedesco, in modo tale da perfezionarlo durante il proprio soggiorno e non sentirsi un emarginato.
I tedeschi non sono famosi per la loro simpatia, ma non parlare affatto la loro lingua renderà l’ inserimento in città e all’ università ancora più difficile.
Parlare il più possibile con gli abitanti della città e non limitarsi a socializzare esclusivamente con gli altri studenti erasmus è la chiave per ambientarsi bene.

6)Perché, in generale, partire come studente erasmus e perché, in particolare, scegliere la tua meta?
L’ erasmus ha un significato diverso per ogni studente che decide di intraprendere questa esperienza.
Quando ho deciso di fare domanda, volevo mettermi alla prova in un contesto totalmente diverso da quella che era stata la mia vita universitaria a Napoli per quattro anni.
Seppur breve (solo 5 mesi) l’esperienza a Duesseldorf mi ha fortificata sia come studentessa che come persona.
L’ università Heinrich Heine offre tante possibilità , sia di studio ( ci sono numerosissimi corsi da poter scegliere) che ricreative.

Ringraziamo Maria Vittoria Crocetto.