DIRITTO TRIBUTARIO INTERNAZIONALE E COMUNITARIO

Diritto Tributario Internazionale e Comunitario

PROFESSORESSA: Chiara Fontana

RIFERIMENTI: chiara.fontana@unina.it

RICEVIMENTO: MARTEDI’10:0013:00 Sezione Finanza Pubblica, Edificio di Via Porta di Massa, 32 (9° piano)

ORARIO DELLE LEZIONI: Lunedì, Martedì e mercoledì 10:30-12:30

il Corso di Diritto Tributario Internazionale e Comunitario avrà inizio il giorno 14 Marzo 2017 a Via Porta di Massa, 32, presso il dipartimento di Finanza Pubblica sito al 9° piano.

Gli interessati potranno iscriversi al Corso, attraverso la pagina web dedicata, fino al 16/03/2016.

L’iscrizione al corso e la relativa frequenza daranno diritto a partecipare alle prove intercorso e ai colloqui propedeutici fissati per il mese di maggio.

PROGRAMMA

Sacchetto C. (a cura di), Principi di diritto tributario europeo e internazionale, Giappichelli, 2016, da pag. 1 a pag. 25; da pag. 45 a pag. 81; da pag. 99 a 177.

N.B. Durante il corso verrà distribuito materiale didattico ad integrazione del programma.

 

Il nostro compito è quello di guidare gli studenti e semplificare il loro percorso.Durante il corso le spiegazioni verteranno su esempi concreti e vicini alla nostra realtà,in modo tale che la materia arrivi con più immediatezza.Si potrà concordare con i corsisti un programma sostitutivo o integrativo,o ancora di concentrare più lezioni in una per ammortizzare i tempi.L’importante è confrontarsi,dissipare i dubbi fin dall’inizio e discuterne insieme.Bisogna offrire allo studente gli strumenti per costruirsi un opinione senza influenze esterne ed insegnargli un metodo che resti nel tempo e che si possa utilizzare anche in un futuro lavorativo;la conoscenza viene poi,con l’approfondimento.

OBIETTIVI FORMATIVI

L’esame a scelta dovrebbe essere un’opportunità di approfondimento per lo studente,al fine di dare le basi per quel che sarà il suo indirizzo futuro. Diritto Tributario Internazionale e Comunitario è una materia nuova,particolare e settoriale e si basa su una serie di principi generali intorno ai quali ruota la fiscalità internazionale più un approfondimento sulla dimensione europea del diritto tributario.Il programma con molta probabilità sarà quello dell’anno scorso (Tassani-Di Pietro),ma il testo è indicativo:si può scegliere un testo alternativo,l’importante è conoscere gli argomenti (indicati su docenti unina).
La cattedra resta sempre disponibile per qualsiasi chiarimento:inoltre si preferisce concordare via mail con lo studente un appuntamento per il ricevimento.

In una prospettiva di diversificazione del percorso formativo,qual è l’utilità di quest’esame nel post-laurea?
Il nostro settore offre varie opportunità.Basti pensare alle istituzioni comunitarie,l’ambito sovranazionale,ma anche per le professioni tradizionali (avvocato,magistrato,ecc) avere una competenza in ambito tributario risulta molto importante: i principi su cui verte vengono utilizzati dai giudici alla base delle loro sentenze.Ancora,abbiamo la figura del consulente legale che,avendo conoscenze in materia di aiuti di stato,può essere molto d’aiuto per l’azienda per cui lavora;inoltre tanti ragazzi fanno lavori di ricerca e stesura tesi all’estero in queste materie (es,divieto di doppia imposizione,comparazione della fiscalità,ecc.)ed infine ci sono i concorsi pubblici.Quindi per chi è preparato lo spazio c’è,ma bisogna avere anche elasticità mentale e capacità di destreggiarsi in determinate situazioni.

Vittorio Inno

Author: Francesca Bellisario

Share This Post On

Rispondi