DIRITTO SPORTIVO

PROFESSORE: Raffaele Caprioli

RIFERIMENTI: raffaele.caprioli@unina.it

RICEVIMENTO: Mercoledì, ore 12, sede di Porta di Massa, quarto piano – Aula 9. Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre il ricevimento è anticipato alle 10.30. 
ORARIO DELLE LEZIONI: non segnalato

PROPEDEUTICITA’: per sostenere questo esame è necessario aver conseguito Diritto Privato, Diritto Commerciale e Diritto del Lavoro

OBIETTIVI FORMATIVI: l’insegnamento vuole spiegare quali rapporti esistono fra Stato e federazioni sportive, costruendo un quadro di sistema che vede l’ordinamento sportivo come un ordinamento settoriale, dotato di una rilevante autonomia organizzativa e gestionale.
Il diritto sportivo è infatti una materia di recente introduzione, nonostante l’Uomo abbia sempre avuto bisogno di regolamentare gli sport: la prima forma di organizzazione fu il comitato del Comitato Olimpico Internazionale per le Olimpiadi del 1896.

Di lì, attraverso una lunga evoluzione che ha visto lo sport trasformarsi in un vero e proprio fenomeno politico-economico di scala mondiale, è stato necessario introdurre sempre più numerose regolamentazioni per poter governare il fenomeno con regole certe ed eque: fu questo il motivo che vide la nascita del CONI nel 1914 in Italia.
Il Diritto Sportivo si propone quindi di individuare e comprendere le problematiche che caratterizzano gli ordinamenti sportivi anche in relazione alla legge 280\2003, che ha riservato vere e proprie aree di competenza esclusiva per la giustizia sportiva.

Verrà poi affrontato l’annoso problema del doping nello sport, oltre al rapporto di lavoro: come configurare infatti la contrattualistica che lega gli sportivi ai rispettivi club?

In ultima istanza, sarà analizzato il rapporto di sponsorizzazione e marketing nello sport, materia di capitale importanza in un mondo sportivo segnato, mai come prima, da ingerenze economiche da parte di sponsor e grandi marchi internazionali.

Nella parte speciale del programma, invece, il professore analizzerà i limiti ed in cosa consiste l’autonomia delle federazioni sportive all’interno del Diritto Privato, in modo più specifico concentrandosi sui diritti della persona in relazione alle normative federali.

 

 

PROGRAMMA D’ESAME:

Saranno necessari due libri:

una parte generale, “Diritto dello sport, AA.VV. Le Monnier Università, Firenze, 2 ed. 2008″,

una parte speciale, “L’autonomia normativa delle federazioni sportive nazionali nel diritto privato, Caprioli, Jovene, Napoli,1997″ da studiare nei capitoli II e III.

 

 

Author: Federico Quagliuolo

Diplomato al Liceo Sannazaro, ora studio Giurisprudenza all'Università Federico II. Amo i gatti, la fotografia, la Vespa e il Napoli. Finalista nel 2011 e 2012 per il premio nazionale di giornalismo Alboscuole, ho lavorato per numerose testate locali, fra cui Il Denaro e l'Inchiesta Napoli. Innamorato dei segreti e delle leggende antiche, condivido la mia passione sul mio sito web, Storie di Napoli. Sognando di poter diventare un giorno un bravo scrittore, mi ispirano le Vite di Guccini ed i romanzi di Ferdinando Russo. Leggimi su www.storiedinapoli.eu!

Share This Post On

Rispondi