DIRITTO PROCESSUALE COSTITUZIONALE

DIRITTO PROCESSUALE COSTITUZIONALE

PROF: ALFONSO VUOLO

RIFERIMENTI: alfonso.vuolo@unina.it

RICEVIMENTO: Lunedì dalle 12:00 alle 13:30, ex dipartimento di Diritto costituzionale italiano e comparato, via Nuova Marina, 33.

PROPEDEUTICITA’: Diritto costituzionale.

ORARIO DELLE LEZIONI: Il lunedì dalle 14:00, dal 6 marzo, presso l’ex dipartimento di Diritto costituzionale italiano e comparato, Via Marina V piano. Come per gli anni scorsi, è possibile concordare insieme al docente un differente calendario delle lezioni.

OBIETTIVI FORMATIVI: Introdurre gli studenti allo studio del diritto processuale costituzionale, in maniera tale da apprendere i meccanismi attraverso i quali vengono proposti e definiti i diversi giudizi che si svolgono dinanzi alla Corte costituzionale. Inoltre, si favorirà un raffronto tra il sistema di giustizia costituzionale italiano ed i sistemi di giustizia che riguardano ordinamenti sovranazionali; in particolar modo, lo studente avrà modo di capire quale sia il rapporto esistente tra Corte costituzionale, Corte di Giustizia e Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Il corso consentirà di comprendere, quindi, i diversi sistemi di tutela dei diritti e come questi si vadano a coordinare quando il diritto che si assuma leso vada a coinvolgere diverse “carte” fondamentali come Cedu, Costituzione e Trattati dell’Unione Europea.

PROGRAMMA D’ESAME: Sono consigliati diversi manuali, presenti sulla pagina “web docenti” del Professore, a libera scelta dello studente. Sono di diversa consistenza ed è stato ritenuto opportuno inserire qualcuno di più agevole lettura per incoraggiare lo studente ad avvicinarsi alla disciplina.

Per i corsisti: questi ultimi avranno la possibilità di comprendere meglio alcuni meccanismi processuali durante lo svolgimento del corso, poiché grazie agli strumenti telematici possono essere seguite alcune udienze della Consulta. Quest’anno inoltre, si proporrà lo studio dei casi con conseguenti relazioni degli studenti sugli aspetti processuali che vengano in evidenza. Possibilità di organizzare, insieme agli studenti, una visita al Palazzo della Consulta.

POST LAUREAM: “Il giurista completo è tale se ha la consapevolezza che in qualsiasi settore del diritto si cimenterà saranno indispensabili conoscenze approfondite riguardo al diritto costituzionale ed al diritto europeo globalmente inteso. È quindi fondamentale appropriarsi delle tecniche di tutela processuale dei diritti. Tali nozioni, infatti, costituiscono competenze spendibilissime nello svolgimento della futura attività lavorativa”. (Alfonso Vuolo)

Author: Laura Contaldi

Share This Post On

Rispondi