DIRITTO INDUSTRIALE

PROF.SSA: STEFANIA SERAFINI

 

RIFERIMENTI: stefania.serafini@unina.it

 

RICEVIMENTO: LUNEDì 12:00 -14:00 stanza 28 V piano Via Porta di Massa 33

 

PROPEDEUTICITA’: diritto commerciale

 

ORARIO DELLE LEZIONI: Lunedì ore 14:30 e giovedì ore 12:30, dal 13 marzo, Via Porta di Massa V piano

 

OBIETTIVI FORMATIVI: L’attivazione di questo insegnamento nasce dalla necessità di sviluppare principalmente l’analisi della disciplina della concorrenza e la tutela della proprietà intellettuale con uno sguardo particolare a ciò che ci riguarda più da vicino: la tutela del consumatore. Per ciò che concerne l’analisi della concorrenza si occuperà della disciplina Antitrust e della concorrenza sleale, invece per ciò che attiene alla tutela della proprietà intellettuale sarà dedicata particolare attenzione a brevetti, marchio e diritto d’autore.

 

PROGRAMMA DI ESAME:

  • Per i corsisti: sono previste eventuali variazioni del programma agevolative e/o di approfondimento per gli studenti che frequentano il corso. Il testo sarà:

GHIDINI “Lezioni di diritto industriale. Proprietà industriale, intellettuale e concorrenza. ” e l’analisi di sentenze.

  • Per i non corsisti:

“Diritto Industriale. Proprietà Intellettuale e concorrenza” Giappichelli (esclusa la parte riguardante il diritto d’autore).

 

POST LAUREAM: Il corso di Diritto Industriale ha come obiettivo principale quello di integrare la disciplina della concorrenza e può risultare particolarmente interessante sia per coloro i quali desiderano avere una conoscenza più specifica del ruolo dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sia per coloro che desiderano sviluppare requisiti sempre più richiesti nei grandi studi legali infatti approfondisce tematiche solo in parte accennate nel corso di diritto commerciale e che sono sempre più necessarie per la formazione di un professionista che sia in grado di confrontarsi anche a livello internazionale. E’ inoltre prevista per i corsisti la possibilità di cominciare a capire come leggere le sentenze ed analizzarle.

Author: Francesca Bellisario

Share This Post On

Rispondi