DIRITTO DELLE OBBLIGAZIONI

DIRITTO DELLE OBBLIGAZIONI

PROFESSORE: ROSSI FRANCESCO

RIFERIMENTI: francesco.rossi2@unina.it

OBIETTIVI FORMATIVI: 

Fornire un metodo e gli strumenti per la comprensione e interpretazione mediante l’esercizio pratico. Dunque, consentire agli studenti di poter esercitarsi mediante simulazioni di prove scritte in considerazione dei futuri concorsi.

L’insegnamento, tra i pochi attivati in Italia, mira altresì ad acquisire un approccio critico alla materia, alla analisi e approfondimento delle obbligazioni in generale per poi risalire alle problematiche che saranno sviscerate nel corso delle lezioni.

PROGRAMMA D’ESAME: 

Il rapporto obbligatorio: nozione, fonti, vincolatività e coercibilità. Gli elementi del rapporto obbligatorio: la prestazione, l’interesse del creditore, le obbligazioni pecuniarie, i soggetti del rapporto obbligatorio, le obbligazioni con pluralità di soggetti, le obbligazioni solidali, le obbligazioni parziarie. L’adempimento dell’obbligazione: l’esatto adempimento, la diligenza e la buona fede, il tempo e il luogo dell’adempimento, la legittimazione ad adempiere, la legittimazione a ricevere, gli effetti dell’adempimento, la mora del creditore. I modi di estinzione dell’obbligazione diversi dall’adempimento: la compensazione, la confusione, la novazione, la remissione, l’impossibilità sopravvenuta per causa non imputabile al debitore. L’inadempimento dell’obbligazione: l’inadempimento, l’impossibilità liberatoria, la prova dell’impossibilità liberatoria, la mora del debitore, la responsabilità per l’inadempimento, il risarcimento del danno.

POST LAUREAM:

la conoscenza della materia costituisce notoriamente una skill fondamentale per affrontare i maggiori concorsi, tra i quali: avvocatura, magistratura e notariato, nonché le discipline che richiedono un approccio privatistico e particolarmente critico.

Orario delle lezioni: mercoledì, dalle ore 10:30 alle ore 12:30, e il venerdì, dalle ore 10 alle ore 13 

Author: Rita Caso

Share This Post On

Rispondi