DIRITTO DELL’ARBITRATO.

DOCENTE: Prof. Salvatore Boccagna

ORARIO DI RICEVIMENTO: martedì dalle ore 10,30 alle 12,30

RIFERIMENTI: salvatore.boccagna@unina.it

PROPEDEUTICITÀ: diritto processuale civile 6 CFU

ORARIO E LUOGO DI SVOLGIMENTO DEL CORSO: ogni martedì dalle 12:30 in Via Porta di Massa, 32

 

OBIETTIVI FORMATIVI:L’arbitrato è uno strumento di risoluzione delle controversie alternativo al processo che si svolge davanti al giudice dello Stato: in materia di diritti disponibili le parti, anziché proporre la domanda davanti al giudice, possono scegliere di rivolgersi a uno o più privati di comune fiducia, gli arbitri appunto, per ottenere una decisione (il lodo) destinata a produrre gli stessi effetti della sentenza.

SVOLGIMENTO DEL CORSO: Il corso di diritto dell’arbitrato, premesse alcune nozioni generali sui mezzi alternativi di risoluzione delle controversie (cosiddetti ADR: Alternative Dispute Resolution), si concentra appunto sul procedimento arbitrale, le sue modalità di svolgimento, i suoi effetti. Non offro alcuna agevolazione “formale” ai corsisti, perché voglio che chi segue il corso lo faccia perché è realmente interessato e non perché intende usufruire di offerte promozionali o sconti di programma. E’ evidente peraltro che i corsisti risultano avvantaggiati in quanto l’esame si concentra principalmente sulle questioni affontate nell’ambito del corso.

POST LAUREAM: Sono convinto che un esame come Diritto dell’arbitrato possa contribuire in modo importante alla formazione dello studente e alla sua carriera post lauream: l’arbitrato infatti costituisce un procedimento largamente utilizzato dagli operatori economici, che gode (anche a causa della “crisi” del processo civile ordinario) di un favore e di un’attenzione sempre crescenti. Conoscere il diritto dell’arbitrato significa allora accrescere la propria qualificazione professionale e acquisire delle competenze immediatamente spendibili sul mercato professionale.

Author: Fortuna Orabona

Share This Post On

Rispondi