DIRITTO DELLA FINANZA DECENTRATA

PROF.SSA: LOREDANA STRIANESE

RIFERIMENTI:  loredana.strianese@unina.it

RICEVIMENTO: Mercoledì dalle ore 10:30 alle ore 12:30, in via Porta di Massa 32, 9° piano.

PROPEDEUTICITA’: nessuna

ORARIO DELLE LEZIONI: Il corso inizierà il 27 marzo, le lezione saranno dal lunedì al mercoledì dalle ore 12:30 alle ore 14:30 presso il dipartimento di finanza pubblica, 9° piano, in via Porta di Massa 32

OBIETTIVI FORMATIVI: L’attivazione di questo insegnamento nasce dalla necessità di sviluppare l’analisi della complessa articolazione delle competenze in materia fiscale nella ripartizione tra più livelli di governo, ponendo particolare attenzione allo studio del dibattito sulla problematica attuazione del federalismo fiscale in Italia e all’ approfondimento delle linee generali dell’autonomia tributaria locale, nonché alla struttura dei singoli tributi

PROGRAMMA DI ESAME:

  • Per i corsisti: sono previste eventuali variazioni del programma agevolative e/o di approfondimento per gli studenti che frequentano il corso
  • Per i non corsisti:
  1. Di Martino , In marcia verso il federalismo fiscale : un cammino lungo venti anni ;
  2. Strianese, L’autonomia impositiva delle Regioni nell’attuale ordinamento tributario ;
  3. Petrillo , Tributi, nuove entrate locali e loro controversa natura giuridica;
  4. Uricchio, Attuazione dello Statuto e Autonomie locali nella prospettiva del federalismo fiscale, in Consenso, Equità e imparzialità nello Statuto del contribuente- Studi in onore del prof. Gianni Marongiu, Torino 2012, a cura di A.Bodrito- A.Contrino- A.Marcheselli, pp.127-140;
  5. B.Saballos , Le imposte con fini extra-fiscali: profili costituzionali e di teoria generale, in Imposizione di scopo e Federalismo Fiscale, Rimini 2013, a cura di A.F.Uricchio, pp. 29-64;
  6. Simioli, il Processo evolutivo ed attuativo del Federalismo Fiscale: l’esperienza italiana e la comparazione dei modelli europei;
  7. Maresca, L’Autonomia tributaria degli enti territoriali minori;
  8. Sciancalepore, Ordinamento tributario e imposizione di scopo : i vincoli per la normazione interna, in Imposizione di scopo e Federalismo fiscale, Rimini 2013, a cura di A.F. Uricchio, pp.149-184;
  9. Sciancalepore , I tributi regionali di scopo tra disciplina vigente e prospettive di riforma in Imposizione di scopo e Federalismo Fiscale, Rimini 2013, a cura di A.F.Uricchio, pp. 185-210;
  10. Z.Alfano ,La fiscalità di vantaggio nella legge delega n.42 del 2009 con particolare riguardo ai vincoli europei.

N.B. il programma potrebbe subire variazioni a seguito di novità legislative e inoltre i documenti oggetto del programma dell’ insegnamento “ Diritto della Finanza decentrata” sono reperibili sul sito WEBDOCENTI della Prof. Loredana Strianese alla voce “Materiale didattico”, quindi all’interno della cartella denominata “Diritto della Finanza Decentrata”.

Per maggiori informazioni: Pagina docente 

POST LAUREAM: Il corso di Diritto della Finanza decentrata assume notevole importanza alla luce della attualità della materia e della sua interdisciplinarità in particolar modo con il diritto amministrativo e degli enti locali; ed inoltre i profili di applicazione pratica della materia in esame consentono allo studente di sviluppare una forte capacità critica e di analisi soprattutto alla luce delle difficoltà che lo scenario economico-fiscale manifesta quotidianamente. Lo studio della materia in questione è particolarmente indicato per tutti gli studenti interessati, nel post laurea, ad intraprendere professioni legate all’ambito della Pubblica Amministrazione, degli enti locali tutti e arricchisce notevolmente il bagaglio culturale necessario per svolgere l’attività di Avvocato.

Author: Francesca Bellisario

Share This Post On

Rispondi