DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE

PROFESSORE: FULVIO MARIA PALOMBINO

RIFERIMENTI: fulviomaria.palombino@unina.it

RICEVIMENTO: Martedì e Mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 13:00, in Via Mezzocannone 4

PROPEDEUTICITÀ’: diritto commerciale

ORARIO DELLE LEZIONI: inizio 4/5 aprile , Aula Quadri, Via Porta di Massa n. 4 (primo piano), e proseguirà (a partire dalla settimana immediatamente successiva) mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 12:00

OBIETTIVI FORMATIVI: Nel testo ”Appunti di diritto internazionale dell’economia” due sono i settori principali:Organizzazione mondiale del Commercio e Tutela degli investimenti stranieri.L’importante novità di quest’anno è che il corso si svolgerà in lingua inglese,così come anche gli altri esami a scelta di diritto internazionale.Ciò per un verso potrebbe risultare più complesso ma dall’altro c’è il beneficio di entrare nel vivo della materia,dato che i documenti/atti delle Organizzazioni Internazionali sono tutti in inglese.

SVOLGIMENTO DEL CORSO: Il corso si svolgerà in lingua inglese

PROGRAMMA DI ESAME:

  • Per i corsisti:

Funzionalmente allo svolgimento del corso in lingua inglese ci sarà un programma ad hoc per i corsisti mentre resterà invariato il programma per i non corsisti.

POST LAUREA: E’ una materia molto professionalizzante. Ad esempio, il diritto internazionale degli investimenti è uno dei settori più importanti ed è materia trattata dai più grandi studi internazionalistici come lo studio Chiomenti. Oggigiorno tante sono le controversie che richiedono una conoscenza approfondita di tale ambito,basti pensare al sistema di tutela da attivarsi in caso di violazione di accordi bilaterali tramite i quali gli Stati si impegnano a trattare investimenti stranieri.Fondamentale è la conoscenza pregressa del diritto internazionale e commerciale,ma anche di economia.Una tesi in questa materia avrebbe una valenza maggiore rispetto ad una generale in diritto internazionale se si vuole lavorare in uno degli studi sopracitati,dunque non significa percorrere la strada più semplice ma al contrario significa specializzarsi di più. Anche materie come il diritto internazionale privato o tutela internazionale dei diritti umani servono nelle professioni tradizionali(avvocato,notaio,magistrato) così come nella preparazione dei concorsi più importanti.E’ un esame che va scelto con consapevolezza e che serve a chi vuole specializzarsi nel settore internazionalistico e per perfezionare la propria formazione.

Author: Francesca Bellisario

Share This Post On

Rispondi