DIRITTO COMMERCIALE ROMANO

PROF.: VALERIA CARRO

RIFERIMENTI: valeria.carro@unina.it

RICEVIMENTO: La Professoressa riceve il lunedì ed il giovedì dalle ore 10 alle ore 13 presso l’ex dipartimento di Diritto Romano,

Via Mezzocannone 8 / via G. Paladino 39 – Cortile delle Statue,

I piano.

Recapito telefonico: 081 2535105

 

PROPEDEUTICITA’: Nessuna

 

ORARIO DELLE LEZIONI: Lunedì ore 15 e giovedì alle ore 10, dal 6 marzo, presso l’Aula 26, Via Mezzocannone 8- Cortile delle Statue, Ex dipartimento di diritto romano

OBIETTIVI FORMATIVI: Il corso ha lo scopo di illustrare i principali istituti sostanziali e processuali utilizzati dai Romani negli scambi commerciali, assetti organizzativi, contesti economico-sociali del diritto commerciale romano, considerati nella loro origine ed evoluzione storica. Il corso approfondirà, pertanto, le nozioni fondamentali soprattutto in tema negotiatio e negotiationes, di obbligazioni ed il processo di emersione e di organizzazione dell’attività imprenditoriale con particolare attenzione ai concetti di tipologia storico-giuridica della disciplina dell’attività giuridica, di ‘diritto commerciale romano’ alla luce della dottrina commercialistica e romanistica, di oggetto e funzione dello studio storico del diritto commerciale ed, infine, i periodi storici del diritto commerciale romano. Nella trattazione degli argomenti si evidenzieranno i rapporti di derivazione o di separazione tra esperienza giuridica romana e diritto positivo attuale. Ciò al fine di contribuire alla formazione giuridica dello studente e di accostarlo alle radici di istituti tuttora presenti negli ordinamenti giuridici moderni non soltanto dell’Europa continentale e per apprezzare le tecniche logico-argomentative dei giuristi romani nell’elaborazione casistica del diritto.

SVOLGIMENTO DEL CORSO: Per i corsisti è prevista una data di esami specifica, decisa durante il corso.

PROGRAMMA D’ESAME: Il corso prevede lo studio alternativo di due testi:

  • CARRO V., La promessa unilaterale. Studio sulla formazione unilaterale del rapporto obbligatorio tra diritto romano, tradizione romanistica e prospettive future., Napoli, Satura editrice, 2012;

oppure

 

  • Vv., Riflessioni sulla negozialità. Profili storico-comparativi, (cur. A. Palma), Napoli, Satura editrice, 2013.

 

N.B.: Un programma alternativo sarà proposto agli studenti corsisti.

 

POST LAUREAM:

La materia si prefigge di studiare il diritto romano in un’ottica comparatistica con il diritto moderno, quindi il primo come strumento del secondo. Due le acquisizioni fondamentali:

1) impostare lo studio cercando di capire quanto il diritto romano serva per comprendere il diritto moderno;

2) quanto il diritto romano possa essere da limite per lo studio del diritto moderno.

Author: Francesca Bellisario

Share This Post On

Rispondi