Compleanni e lauree: festeggiare in quarantena

Le giornate passano lente. Monotone, indistinte, grige: un ciclo perpetuo tra letto-scrivania-frigo-divano.

A breve, però, è il tuo compleanno o quello di una persona a te cara: un festeggiamento tra pochi intimi che male può fare?

Stai per arrivare all’agognato giorno della laurea: dopo anni di sudore, disperazione, alti e bassi…non ti circondi delle persone che ti hanno aiutato a raggiungere, supportandoti e sopportandoti, il tuo traguardo?

La risposta, seppur dolorosa, è semplice: no. Non ora, almeno.

E’ indubbiamente un sacrificio… ma il nostro senso civico (che come futuri giuristi dovrebbe essere particolarmente sviluppato), la volontà di non vanificare i piccoli traguardi ottenuti da settimane di restrizioni, un sistema sanitario in sofferenza e le sanzioni (se abbiamo la testa dura) dovrebbero dissuaderci dalla violazione delle misure restrittive.

Non è detto, però, che il “tuo giorno” debba passare inosservato o “in modalità depressione”! Studentigiurisprudenza.it ha pensato di dare dei piccoli consigli per rendere speciale  (o, perlomeno, meno triste) il giorno del compleanno/della laurea.

 

Se è il tuo compleanno…

  1. Inizia bene la giornata: non impostare alcuna sveglia, lascia che sia il tuo corpo a decidere quando svegliarsi. Se convivi ed hai familiari/coinquilini rumorosi, ti consigliamo di mettere dei tappi alle orecchie o, in alternativa, di imbavagliare e legare i tuoi conviventi la sera prima per poi liberarli al tuo risveglio! P.S. se opti per la seconda scelta, noi di Studentigiurisprudenza.it non ci assumiamo probabili conseguenze legali.
  2. Prenditi cura di te: una doccia calda, delle maschere al viso fai da te e, se vuoi rilassarti completamente, una depilazione con il silk epil di tua madre. Una volta profumato e rilassato è ora di abbandonare il tuo caro pigiama/tuta ed indossare qualcosa che ti faccia sentire bello o, semplicemente, umano.
  3. Dedicati l’intera giornata. Lascia perdere i libri (dell’università) oggi, hai altri giorni di quarantena di cui approfittare. Per un giorno mettiti offline (o quanto meno evita telegiornali e notizie ansiogene) ed immergiti in quello che più ti piace: leggi, gioca ai videogames, fai maratona di serie tv, metti la tua playlist di spotify e balla o canta a squarciagola (attento ai vicini, però, potrebbero far sì che quello sia il tuo ultimo compleanno)!
  4. Prepara, da solo o con i tuoi conviventi, il tuo cibo preferito ed una torta di compleanno.  Carbonara, lasagna, pizza, bistecca, tiramisù, torta pan di stelle e così via…il cibo non può che portare un sorriso. Be’ sì, probabilmente sei ingrassato ma hai sempre la scusa che le palestre son chiuse.
  5. Pianifica una videochiamata con le persone a te più care, prendi una bottiglia di champagne e brinda con loro. Sono lì, per te, anche se distanti…e non ti preoccupare, appena li vedi, puoi sempre riscuotere i tuoi regali.

 

Se è il giorno della tua laurea…

  1. La sveglia, per te, purtroppo c’è ma il giorno dopo potrai andare in letargo (pensa positivo). Dopo che ti sei buttato giù dal letto, inizia la tua restaurazione: tra quarantena, tesi ed ultimi esami…non sei esattamente la faccia della salute. Renditi il più bello possibile (almeno dalla testa alle caviglie, le pantofole sono concesse), che importa che sei solo o con pochi cari: è il tuo giorno.
  2. Guardati intorno. Probabilmente in quella casa avrai pianto, avrai pensato di cambiare facoltà, ti sarai interrogato per la prima volta “ma che cavolo vuole dire ovvero”, avrai fatto la tua quarantena per procedura civile…ed a breve, lì, verrai proclamato “dottore”.
  3. Prepara la tua “postazione“. Decidi dove discutere, dove far sedere i tuoi cari senza che ti facciano ridere mentre parli, connettiti con chi è lontano. Posiziona la bottiglia accanto al computer e tieniti pronto a tracannartela.
  4.  Discuti quella maledetta tesi di questo maledetto percorso universitario, che hai tanto amato quanto odiato, e vivi l’ebrezza di poter togliere l’audio (ripeto, TOGLIERE L’AUDIO) e poter esultare per il voto o commentarlo, in modo poco carino, di fronte tutti i commissari.
  5. Bevi. Ce l’hai fatta: ora puoi dimenticare.

Se sei amico di un festeggiando…

Aja, amazon sta dando qualche problema per le consegne ed ora hai la scusa perfetta per non fare il regalo. Non puoi, però, far passare la giornata del tuo amico come se niente fosse successo…

  1. Scrivigli una lettera. Essere protetti dallo schermo di un pc o di un cellulare rende in qualche modo più sicuri di sé: approfitta per esternare i tuoi sentimenti e per far capire quanto tieni a quella persona. Se temi che ti possa prendere in giro per il resto dei tuoi giorni, su telegram  puoi, pur sempre, mettere il timer per cancellare in automatico il messaggio.
  2. Crea una playlist con le sue canzoni preferite o che ricordano momenti passati insieme e mandagliela: ti sentirà vicino e potrete cantare a squarciagola in videochat.
  3. Prendi le sue foto più imbarazzanti e crea un video. Potrà pur essersi laureato o aver compiuto un anno in più ma rimarrà sempre l’imbecille che entrambi sapete che è.
  4. Prepara una torta e spegni insieme a lui le candeline in videochiamata.
  5. Organizza con gli amici più cari una videochiamata, ordina ad ognuno di procurarsi da bere e dai il via ai giochi alcolici! Un esempio? “Non ho mai”. Ogni componente del gruppo dice una cosa che non ha mai fatto e chi, invece, ha commesso quell’azione beve (scoprirete che i vostri amici soffrono di più malattie mentali di quanto pensaste). Potete fare altri giochi insieme: sembrerà di stare insieme con fantasia ed app.

 

Restiamo a casa ma celebriamo i giorni speciali.

 

Author: Mariachiara Coppolino

Share This Post On

Rispondi