Barcelona

16296137_1068841843245132_420887445_n1) Costo della vita (appartamenti, trasporti, cibo, cellulare, alcol e divertimenti).
Barcellona rispetto a molte altre città spagnole ha un costo di vita più alto. Per quanto riguarda una stanza singola in un appartamento centrale gli affitti si aggirano intorno ai 350 euro o più per mese (con consumi inclusi). Naturalmente i prezzi scendono nel caso in cui si decida di vivere un po più fuori dal centro città.
Per muoversi in città è indispensabile utilizzare metropolitane e bus che sono davvero molto efficienti. L’abbonamento per tre mesi per coloro che hanno meno di 25 anni costa 120 euro.
Per il resto e una città che offre tanto divertimento anche a prezzi molto bassi. Nelle discoteche ad esempio entro una certa ora è sempre possibile entrare gratuitamente. Tutto sta nel cercare i posti giusti

2) Descrizione della città e dello svolgimento della settimana tipo di uno studente erasmus (qualità della vita).
La città e grande e offre tanti tipi di attività a seconda dei gusti, sono presenti varie associazioni di studenti, sia erasmus che non, le quali organizzano incontri ed eventi rendendo molto facile incontrare sempre nuove persone e fare amicizia.
Barcellona è una città molto internazionale, si incontrano ovunque persone provenienti da tutte le parti del mondo ed è quindi una città perfetta dove svolgere il proprio Erasmus
Le univeristà sono 3: La UB che si trova nella zona del Camp nou, facilmente raggiungibile in metro dal centro città , la Pompeu Fabra che si trova nel Barrio gotico e la UAB che si trova un po’ fuori Barcellona raggiungibile mediante Ferrocarrill, una sorta di treno regionale.

3) Possibilità di viaggiare.
Da Barcellona vi è la possibilità di raggiungere facilmente mediante treni e bus le principali città spagnole.
L aereoporto è molto grade e si riescono a trovare voli a prezzi molto bassi.
Le associazioni erasmus organizzano viaggi di qualche giorno a prezzi contenuti ( Valenzia , Madrid, Andalucia,
Saragozza,Marocco, Ibiza ecc)

4) Descrizione dell’esperienza universitaria.
Personalmente ho trascorso il mio Erasmus a la Universitat de Barcelona , la piu grande della città
L’università è abbastanza organizzata, l ufficio relazioni internazionali mi ha molto aiutato nella stesura del Learning
Agreemente vi sono numerosissimi erasmus che frequentano i corsi.
Per quanto riguarda gli esami non ci sono particolari difficoltà, gli esami sono tutti scritti: si può decidere di sostenere un unico esame alla fine del corso o varie prove intermedie ognuna delle quali costituisce una percentuale del voto finale. Non vi è nessuna differenza ai fini della valutazione tra Erasmus e non (almeno nella mia esperienza).
Un inconveniente può derivare dal fatto che la lingua ufficiale dell’università è il catalano. I corsi sono sia in catalano che in spagnolo e vi è la possibilità di scegliere quali seguire ma comunque gli esami si possono sostenere sempre il spagnolo e in fin dei conti il catalano, sopratutto quello scritto, non è cosi difficile da capire.

5) Perché, in generale, partire come studente erasmus e perché, in particolare, scegliere la tua meta? Dai qualche consiglio utile.
Barcellona e una città fantastica. Vi è tanto da vedere e da fare. Personalmente penso che per godere a fondo dell’
esperienza sia necessario passarvici 9 mesi perchè i primi mesi ci si può sentire un po spaesati a causa dei tanti luoghi di ritrovo e dalle tante attività e esperienza che la città offre.
Penso che sia una delle città più vive, divertenti e internazionali che vi siano ij Europa
La Universitat de Barcellona essendo molto grande ha varie sedi dove sono dislocate le varie facoltà: quella di
giurisprudenza si trova a Palau Real ( a 30 min di metro da placa Catalunya).
L Università è ben organizzata, vengono organizzate molte attività e vi sono tantissime biblioteche sparse per tutta la città, inoltre la Ub offre la possibilità di seguire corsi di lingua( sia catalano che castigliano) agli erasmus nella sua sede centrale.

Ringraziamo Martina Contieri.