ANSIA DA ESAME:come gestirla

Più passano gli anni, più cambiano i tempi, più cambiano le persone. Questi cambiamenti appaiono sempre più negativi a causa della precarietà della vita e dell’insoddisfazione perenne dell’essere umano!
Tutto questo malcontento porta alla formazione di persone perennemente in crisi che non riescono ad orientarsi in una società che si muove e si evolve troppo rapidamente. Infatti, una parola oggi incontrastata è “Ansia”: tutti la provano, chi in positivo e chi in negativo, ma la cosa fondamentale sarebbe saperla controllare per non catapultarci in un mondo buio.
L’American Psichiatric Association nel 1994 descrisse l’ansia come l’anticipazione apprensiva di un pericolo o di un evento negativo futuro.
Ottima descrizione: noi ragazzi cominciamo ad essere ansiosi perché pensiamo troppo al futuro anziché vivere il presente, onestamente non ci conviene. Troppi dubbi su parole che sono un’arma a doppio taglio, ma che dobbiamo evitare.
Il nostro ambiente universitario ci dà filo da torcere. Attenzione, non voglio spaventarvi! Voglio prepararvi a tutto: dovete essere pronti all’impatto e realisti, guardare in un certo modo tutto ciò che ci circonda. Prima cosa, non posso che consigliarvi di capire chi siete e in base a questo scegliere cosa potete fare in futuro, poi posso iniziare ad incentivarvi a livello personale.
Ci sono tante varianti da considerare per superare l’ansia: in primis essere ottimisti e speranzosi e non è vero che, come dice il detto, “la speranza fa morire disperati”: è la stessa speranza a far scattare la fiducia in se stessi!
Usare molto senso dell’umorismo fa bene, ridere fa bene specialmente quando si è in fase esame: non privatevi della vostra vita. Studiate,ma un po’ di tempo dedicatelo a voi stessi e circondatevi sempre di persone che vi danno serenità; non dimentichiamo il fulcro di reazione a queste negatività: “la forza dell’io”.
Il vostro animo deve avere chiaro il senso della realtà e affrontare stress quotidiani con il giusto mezzo; dovete essere assertivi quindi avere la capacità di comunicare in modo diretto,appropriato e onesto le vostre opinioni,i vostri sentimenti,dovete essere in grado di chiedere favori e saper reagire agli attacchi e per ultimo dovete accettare i vostri limiti, riconoscendo soprattutto le vostre debolezze. Non dimenticate mai i vostri pregi perché questo è lo strumento per avere un pizzico di autostima e avere il coraggio di presentarsi ad un esame e la prontezza di difendersi dai colpi dei professori qualora si sbaglia.

E non ci crederete mai, ma un rimedio fondamentale è mangiare sano, con determinati tipi di alimenti, seguendo una vita con ritmi regolari. In questo modo il nemico sarà distrutto, gli esami superati e la meta sempre più vicina.
Di ciò che dice Seneca,fate tesoro: “Una mente che è ansiosa per gli eventi futuri è avvilita!”
Ecco perché non possiamo e non dobbiamo fermarci, l’ansia ci fa trascurare i più grandi obiettivi e se vogliamo essere grandi giuristi dobbiamo avere il fegato di sopportare tutte le negatività!
Nency Borrata

Author: StudentiGiurisprudenza.it

STUDENTIGIURISPRUDENZA.IT L'Associazione degli Studenti di Giurisprudenza della Federico II Napoli

Share This Post On

Rispondi