11 DOMANDE PER CONOSCERE GLI AUTORI DI LERCIO Intervista semiseria

Se è vero che la satira fa da cartina tornasole degli umori del Paese e che colpisce tutti, lercio.it è stato in grado di trasformare la bufala in un genere letterario. Faziosa, efficace, libera, cruda, disarmante. Di qualsiasi tipo essa sia, va somministrata con “l’imparzialità d’una perfetta burocrazia”, diceva Dino Basili.

Senza occhio di riguardo per nessuno.

In pratica, questa è la missione che portano a termine ogni giorni gli autori di Lercio. Ecco,quindi,11 domande per capire chi sono realmente.

Lercio ai Macchianera Awards nel 2014,Rimini

Lercio ai Macchianera Awards nel 2015,Rimini

      1.Come vi definireste?

Siamo dei disadattati sociali con seri problemi nell’interloquio, perciò scriviamo.

  1. Ricordate il primo articolo che è stato pubblicato e che poi ha dato il via alla pagina?

 “Risponde pacatamente alle domande di un giornalino scolastico, poi massacra la redazione” .Ho detto scolastico, non universitario! Dove scappi?

  1. Il sito nasce come blog personale di Michele Incollu poi diventa blog collettivo e allo stesso tempo parodia di “Leggo”.Vi hanno mai contattato gli autori?

Quando li abbiamo superati in fama e numero di “mi piace” hanno chiesto di fare a cambio o almeno di mischiare le squadre.

  1. “Acido lattico” raccontato ai lettori. Di che si tratta?

Il nostro primo esperimento satirico da soli, senza papà. Pura satira sull’attualità ,cercando di continuare la formula della gloriosa “Palestra” di Luttazzi. Battute brevi sui fatti del giorno. E’ ancora attivo, benché si senta trascurato.

  1. La cosa più importante che avete imparato da Daniele Luttazzi?

Probabilmente la differenza tra satira e sfottò fascistoide, da cui stare alla larga. Ma anche l’importanza della tecnica: senza tecnica, le battute non fanno ridere.

  1. Capita spesso che vi prendano sul serio?

Ma noi siamo seri! Scriviamo notizie che ancora devono accadere. Tutto qui. Ci aiutiamo con una palla di cristallo. Che una notizia di un sito satirico venga presa per vera capita in tutto il mondo, come raccontiamo nel Mock ‘n’ troll. Cos’è? Lo vedrai presto!

  1. Qual è la cosa migliore che vi hanno detto da quando avete aperto il sito? E la peggiore?

Abbiamo ricevuto tanti complimenti e diversi riconoscimenti, ma la cosa migliore è :”non fermatevi neppure se vi minacciano col Nobel”. La peggiore? Siete i migliori! Per un attimo ci avevamo creduto.

  1. Come partecipano i lettori al sito?

Inviando migliaia di battute che noi selezioniamo e pubblichiamo a nome loro. Su lercio.it c’è anche il forum per inviare un articolo lungo e completo, se volete cimentarvi. Ma pensateci bene: siate fantasiosi!

  1. Premio “miglior sito”. Premio “miglior battuta”. Un libro. Una trasmissione radiofonica su Rai radio 2 e recentemente anche “premio satira Forte dei Marmi” e “premio satira carnevale di Viareggio”. Dopo questi successi, quali saranno i prossimi traguardi e le vostre aspettative?

Non ci resta che rubare l’Oscar a Di Caprio.Intanto continuiamo a scrivere e valutiamo tutte le proposte:un nuovo libro,una trasmissione televisiva su TeleMontecarlo e fondare un nuovo partito a destra. Scartiamo solo le proposte matrimoniali,siamo contrari alla famiglia tradizionale.

12651036_10207681121362668_5052228764493297166_n

Premio Satira della Fondazione del Carnevale di Viareggio 2016

  1. Quali sono gli articoli o le battute che fanno ridere di più? Voi quali preferite?

Per fortuna il nostro repertorio è così vasto che è difficilissimo rispondere a questa domanda. Siamo 40, ognuno con gusto e sensibilità diversa e questa è la nostra forza. In generale, i pezzi di stretta attualità hanno più successo,ma non implica che siano per forza i più divertenti. Ci piacerebbe che i nostri lettori leggessero più spesso gli articoli interi invece di fermarsi al titolo, che è un po’ quello che combattiamo.

  1. Una battuta per i giuristi che vi leggono?

“TAR accoglie ricorso contro sé stesso e fa sparire la giustizia amministrativa”

Non è finita qui,perché il 10 Maggio sbarcheranno anche nelle nostre aule universitarie con un altro progetto ambizioso: lezioni itineranti di giornalismo satirico.
Hanno già fatto tappa a Milano, Firenze, Roma e Fisciano.

++LERCIO MAGISTRALIS ALLA FEDERICO II++

13119737_1716464761948736_2772534338053378473_o

In collaborazione con il corso di Diritto e Letteratura del professor Prisco,l’ass. StudentiGiurisprudenza.it vi invita alla LERCIO MAGISTRALIS,evento in cui sarà possibile incontrare gli autori di Lercio,blog umoristico-satirico di grande successo e vincitore di numerosi riconoscimenti,e assistere alla loro panoramica sul giornalismo satirico italiano ed internazionale.Un’occasione per riflettere divertendosi su temi di stretta attualità come satira, bufale, informazione, censura ed analfabetismo funzionale.

Appuntamento a Porta di Massa,Aula Coviello,ore 15.
L’accesso è aperto a tutti,studenti (non solo di Giurisprudenza) e non

Tenetevi pronti!

 

Caterina Bracciano

 

Author: Caterina Bracciano

Share This Post On

Rispondi