I DIECI COMANDAMENTI DELLA MATRICOLA DI GIURISPRUDENZA

Quando tutto vi sembra uguale e non riuscite a fare dieci passi senza che qualcuno vi fermi , tranquilli non siete diventati famosi : vi trovate solo ai precorsi della facoltà di Giurisprudenza. Migliaia di studenti ogni anno affollano le aule pieni di curiosità e domande in attesa di iniziare la loro nuova avventura e come ogni inizio che si rispetti , paradossalmente ,la curiosità è accompagnata sempre da mille dubbi e paure.

E se anche voi vi sentite come Mosè sul monte Sinai in attesa delle tavole bibliche , scritte sui codici con il sangue e gli evidenziatori dei vostri colleghi più temerari , allora questi sono i dieci comandamenti adatti a voi:

1) <<Io sono il tuo unico Dipartimento , che ti fece uscire dall’oblio e la schiavitù del liceo e non avrai altra facoltà al di fuori di me>>

2) << Non pronunciare il nome della facoltà invano e non maledire il giorno in cui , non ricordando bene sotto quali effetti, decidesti di iscriverti all’università>>

3) << Ricordati del Sabato per mantenere la tua vita sociale perchè durante gli altri sei giorni studierai e farai ogni tua opera>>

4) << Onora il libro di privato e costituzionale come fossero i tuoi migliori amici , anche perché per un bel po frequenterai solo loro >>

5) << Non occupare da solo venti posti in prima fila con oggetti più improbabili >>

6) << Non perseguitare il tuo prossimo per gli appunti>>

7) << Non dormire senza almeno la costituzione e il codice civile sul comodino>>

8) << Non credere a chi dice di aver studiato 7 giorni da una dispensa ed ha preso 30 ad un esame difficile>>

9) << Non desiderare le dispense altrui >>

10) <<Non desiderare altro voto al di fuori del tuo>>

Rosa Coppola

Author: Rosa Coppola

Share This Post On

Rispondi